Alla Bua … alla Cupertinum

ALLA BUA_3

Sabato 6 agosto, la Cupertinum, Antica Cantina del Salento, si trasforma in un palcoscenico sotto le stelle con il concerto degli ALLA BUA, il più elettrizzante gruppo di pizzica pizzica!
Musica entusiasmante, grandi vini e prelibati cibi del territorio da degustare. Un’esperienza multisensoriale! Una serata da non perdere.

Sabato 6 agosto, ALLA BUA in concerto, presso la Cupertinum Antica Cantina del Salento, in via Martiri del Risorgimento 6, a Copertino. Inizio concerto alle ore 21.00. Inizio degustazioni alle ore 20.00.

Gli Alla Bua nascono dalle esperienze più tradizionali della cultura musicale salentina. Si sono formati inizialmente tra le ronde della storica festa di San Rocco a Torrepaduli, nelle notti itineranti del canto pasquale di Santu Lazzaru, nelle tipiche feste delle curti fatte di vino, voci spiegate e incessabili tamburelli. I sei componenti: Gigi Toma (voce e tamburello), Irene Toma (oboe e voce), Fiore Maggiulli (tamburello e voce), Francesco Coluccia (fisarmonica), Michele Calogiuri (violino), Dario Marti (chitarra).

“Alla Bua” era una locuzione utilizzata dagli anziani del Sud Salento per accompagnare i canti di lavoro o d’amore. Parola ripetuta, come fosse un mantra, costituiva una sorta di bordone, sostegno alla voce principale. Il significato etimologico sembrerebbe provenire dalla lingua grica (idioma della zona del Salento detta Grecìa). Alla Bua starebbe dunque per altra via, altra cura, medicina alternativa. È in questo concetto che si concretizzano lo spirito e il suono del gruppo. La cura dai mali del passato, quelli provocati dal morso velenoso della leggendaria taranta, che diviene oggi, similmente, una cura contro la frenesia e la piattezza della società moderna: una cura a suon di pizzica pizzica, danza forte, calda e liberatoria. Il primo lavoro autoprodotto dal titolo “Stella Lucente” risale al 1999, esperienza che porterà, nel 2002, al più maturo “Alla Bua”. I successivi album: “Limamo”, 2004; “Saratambula”, 2007; “Scattuni”, 2010, “Russutesira”, 2013.

Dopo aver festeggiato le nozze d’argento nel 2015, gli Alla Bua sono pronti, anche quest’anno, a tornare sul palco per un travolgente tour che farà compagnia a tutti i fans per l’intera estate. La capacità di essere sempre attuali senza mai tradire le aspettative di chi affida alla musica popolare una funzione quasi catartica, è il segreto di un successo che si conferma nel tempo. In un flusso di continua innovazione, dalla quale non si può prescindere, il rispetto della tradizione viene garantito dando spazio ai temi contemporanei. L’album Salenticidio nasce con l’intento di trasmettere, attraverso dieci brani, l’importanza della tutela e salvaguardia del nostro territorio; la necessità d andare oltre la bellezza del mare e l’esigenza di far corrispondere alle acque cristalline lo specchio di una società sempre più consapevole e protagonista del proprio futuro.

Gli Alla Bua hanno suonato in tutte le principali città d’Italia e nel mondo, dalla Bulgaria agli USA, dalla Russia alla Cina.

 

Per infoCUPERTINUM, Antica Cantina del Salento 1935

Enoteca del Copertino, Via Martiri del Risorgimento 6, Copertino (Le)

tel+fax 0832.947031; www.cupertinum.it

ManifestoAllaBuaWEB

Taxi a 2 piazze

Oggi 21 luglio 2016 in Piazza del Popolo alle ore 21,00, La Compagnia la Busacca, presenta

TAXI A DUE PIAZZE – farsa di Ray Cooney

Personaggi e interpreti

  • Mario Rossi – Salvo Cezza
  • Walter Fattore – Sasy Piccolo
  • Carla Rossi – Stefania Bocco
  • Barbara Rossi – Chiara Brunetta
  • Brig.Gianna Percoco – Antonella Rizzo
  • Brig. Paola Ferroni – Claudia Mancino
  • Bobby Franchetti – Antonio Sparascio
  • Fotografa – Noemi Centonze

regia di: Francesco Piccolo

Mario Rossi è un tassista sposato con Carla Rossi e residente in Piazza Risorgimento 25. Ma Mario Rossi è anche un tassista sposato con Barbara Rossi e residente in piazza Irnerio 100.Un curioso caso di omonimia con tanto di identica professione? No: i due Rossi sono la stessa persona. Il tassista è bigamo e ha sposato Carla in chiesa e Barbara in comune 4 mesi dopo. Seguendo una precisa pianificazione di orari e turni di lavoro, e grazie al lavoro di entrambe le mogli, Mario riesce per 2 anni a vivere nascondendo la verità a Barbara e Carla. Tutto si complica quando, per salvare un’anziana signora da uno scippo, Mario riceve una brutta botta in testa che lo costringe, privo di sensi, al ricovero in ospedale. Al risveglio il tassista, ancora confuso, darà a un infermiere l’indirizzo della prima moglie, e, a un altro impiegato dell’ospedale quello della seconda.La denuncia arriverà quindi a due diversi commissariati di due diverse zone, che a loro volta si attiveranno mandando a indagare due diversi ispettori.Anche la stampa farà la sua parte inviando a casa di Mario una fotografa che scatterà la foto che verrà pubblicata sulla copertina del “Messaggero”.Ciò che seguirà sarà una serie di equivoci, coincidenze e bugie che, con l’aiuto disperato di Walter Fattore, amico di Mario Rossi, intricheranno a tal punto la trama da condurre a un finale inaspettato e sorprendente. Intreccio parossistico, recitazione funambolica, risate a non finire.

07 IO CHE AMO SOLO TE 70x100 TAXI A DUE PIAZZE-02

Una notte nel borgo … di Copertino – Mostra fotografica

Il 16 luglio 2016 alle ore 20.30 il borgo di Copertino risplenderà di nuove luci ed atmosfere. Una serata magica da trascorrere nel Centro Storco fra arte, storia, cultura ed enogastronomia della nostra terra.

Per questo evento l’Associazione Pro Loco “F. Verdesca”, da sempre attiva sul territorio con iniziative di promozione e valorizzazione dello stesso, partecipa con la realizzazione di una mostra fotografica dove gli autori sono gli ormai ex-corsisti del corso “FotograficaMente 2.0”, conclusosi circa un mese fa e che ha riscontrato un gran successo da parte degli iscritti (Camisa Francesca, Donadei Federica, Greco Clarissa, Greco Mariapia, Greco Samuele, Leo Federica, Nestola Mariangela, Pagano Tania, Raganato Giovanni, Raganato Umberto, Sciuscio Davide, Secci Cristina, Stianelli Valentina, Tarantino Carmen, Trotta Stefania).

La mostra sarà allestita nei locali della Pro Loco, nel cuore del centro storico nei pressi di Piazza del Popolo (via Margherita di Savoia, 65), a cura del dott. Danilo Manta.

L’obiettivo della mostra è di valorizzare il borgo di Copertino ed osservarlo da nuovi e differenti punti di vista, attraverso gli occhi/scatti di chi, in alcuni casi, scopriva le nostre bellezze culturali per la prima volta.

 

Una notte al Borgo di Copertino-01 (1)

Una notte nel borgo

Anche quest’anno ritorna “Una notte nel borgo”, la manifestazione giunta alla sua terza edizione ed organizzata dall’Associazione Laboratorio di Idee “Vico Serpe” che da anni si spende attivamente per la tutela e la valorizzazione del centro storico, assieme alla collaborazione dell’Associazione Foreste Urbane, e con i patrocini di Comune di Copertino e GAL Terra d’Arneo.

Una serata magica, in un contesto, quello della parte storica della città, che regalerà ai copertinesi e alle migliaia di turisti arte, storia, cultura, enogastronomia della nostra terra.

Il 16 Luglio il nostro centro storico verrà arredato con alberi, piante stagionali e allestimenti vari a tema e, novità di quest’anno, tale allestimento rimarrà fino al 31 Luglio.

Tre aree, dalla Colonna di San Sebastiano al Castello, ognuna caratterizzata da un proprio tema e colore.

Lungo tutto il percorso saranno ospitati manufatti ed opere artigianali e tutte le attività commerciali che hanno aderito all’evento saranno protagoniste della serata.

Piazza Castello sarà teatro dell’enogastronomia ed offrirà ai visitatori la possibilità di acquistare dalle pagode messe cortesemente a disposizione dal GAL Terra d’Arneo prodotti alimentari e vini di aziende locali.

L’apertura della manifestazione sarà a cura dei Tamburini e dei figuranti del corteo storico della Madonna della Neve e a seguire musica e diversi artisti di strada.

Infine, per i grandi e i piccini, trampolieri e spettacoli circensi.

Vi aspettiamo quindi il 16 Luglio alle 20:30 nel nostro bellissimo centro storico, con la speranza che anche quest’anno l’evento sia utile a far scoprire e vivere il cuore pulsante della città.

Il Presidente

Ass. Laboratorio di Idee Vico Serpe

Angelo Vogna

e base man. 1m x 70 borgo ROSSO 2016