Salva la tua lingua locale – III edizione

concorso_lingua

L’Unione Nazionale Pro Loco d’Italia e Legautonomie Lazio, in collaborazione con il Centro di documentazione per la poesia dialettale “Vincenzo Scarpellino”, il Centro Internazionale Eugenio Montale e l’EIP – “Scuola Strumento di Pace” indicono la terza edizione del Premio Salva la tua lingua locale.

Il Premio è aperto a tutti gli autori e si articola nelle seguenti sezioni tutte a tema libero in una delle lingue locali d’Italia:

SEZIONE A – Poesia Edita – Libro di poesia edito a partire dal 1 gennaio 2013.
SEZIONE B – Prosa Edita (storie, favole, racconti inediti, dizionari, rappresentazioni teatrali) – Libro di prosa edito a partire dal 1 gennaio 2013.
SEZIONE C – Poesia Inedita.
SEZIONE D – Prosa Inedita.

NOTE AGGIUNTIVE:
Per le sezioni A e B, ogni autore deve inviare n. 5 copie di un solo libro. Il plico postale dovrà essere inviato a: UNPLI via Ancona 40 00055 Ladispoli (RM), entro martedì 1 settembre 2015.
Per la sezione C ogni autore può inviare fino a tre poesie inedite, con relativa traduzione in italiano, massimo 90 versi in totale. Ogni poesia dovrà essere inviata entro martedì 1 settembre 2015 all’indirizzo di posta giornatadeldialetto@unpli.info assieme alla specifica scheda di partecipazione allegata al Bando. E’ obbligatoria la registrazione dei lavori inviati in file audio oppure audio-video.
Per la sezione D, si accettano storie, favole, racconti inediti di massimo 3600 battute (spazi bianchi inclusi), corredate di traduzione. Dovranno essere inviati entro lunedì 1 settembre 2015 all’indirizzo di posta giornatadeldialetto@unpli.info assieme alla specifica scheda di partecipazione allegata al Bando. E’ obbligatoria la registrazione dei lavori inviati in file audio oppure audio-video.
Gli elaborati di cui alle sezioni C e D dovranno essere inediti in volume e non premiati in altri concorsi letterari.
Ogni autore partecipando al Premio attesta che le opere sono inedite e non già premiate e sarà responsabile del contenuto dei materiali inviati. Gli elaborati non verranno restituiti.

La partecipazione è gratuita. Per l’iscrizione non si ammettono pseudonimi, nomi di fantasia o diversi dalla reale identità dell’autore pena l’invalidazione dell’iscrizione.

La scheda di adesione per tutte e 4 le sezioni è disponibile richiedendola via email all’indirizzo giornatadeldialetto@unpli.info.

La partecipazione al concorso implica la piena accettazione di questo regolamento e, per i vincitori, la divulgazione del proprio nome, cognome e premio vinto su qualsiasi pubblicazione.

L’organizzazione si riserva la facoltà di pubblicare i lavori pervenuti per tutte le sezioni inserite in questo Bando.
Gli autori, partecipanti alle sezioni C e D, per il fatto stesso di partecipare al premio, cedono il diritto di pubblicazione, senza aver nulla a pretendere come diritto d’autore, all’interno della pubblicazione che sarà realizzata a cura del Premio e sul canale YouTube “Progetti UNPLI” allo scopo di contribuire alla costituzione di un archivio nazionale dei dialetti e delle lingue locali.
La proclamazione dei vincitori è prevista nel mese di gennaio 2016 a Roma.
Sono previsti premi in denaro, riconoscimenti e menzioni d’onore. Le opere saranno valutate a giudizio insindacabile e inappellabile della Giuria. I vincitori sono tenuti a ritirare personalmente il premio assegnato. La Giuria potrà inoltre assegnare un Premio d’ufficio ad un’opera di poesia o di prosa ritenuta particolarmente meritoria per valore letterario, selezionata anche tra i libri non inviati a mezzo posta, informando il relativo autore ed evidenziando tale scelta nel testo del verbale che sarà reso pubblico.
Qualsiasi comunicazione o variazione ufficiale delle disposizioni del presente bando e l’eventuale variazione della data indicata per la premiazione saranno comunicate a tutti gli iscritti tramite il sito internet www.unpli.info e la newsletter appositamente creata.

SEZIONE MUSICA

Sarà assegnata una menzione speciale per i materiali ritenuti più interessanti dalla speciale Giuria della sezione. Il concorrente dovrà far pervenire il materiale audio relativo a: canti d’amore, di sdegno, di lontananza, di vendetta; serenate; ninna-nanne; scioglilingua; giochi fanciulleschi; canti politici, di lavoro e d’emigrazione; indovinelli; canti natalizi, pasquali; leggende di santi e diavoli; maldicenze paesane; indovinelli. I partecipanti dovranno inviare il materiale registrato su file Mp3 oppure su CD, avvalendosi della sola voce o accompagnato da un qualsiasi strumento musicale. Assieme al file Mp3 o CD dovranno inviare il testo in dialetto con traduzione in italiano, oltre ad una scheda (se possibile) con note storiche sul testo inviato. La selezione sarà curata dal responsabile Toni Cosenza. Il materiale dovrà essere inviato entro lunedì 1 settembre 2015 all’indirizzo di posta giornatadeldialetto@unpli.info assieme alla specifica scheda di partecipazione allegata al Bando oppure, in caso di invio su supporto CD/DVD, inviato all’indirizzo: “PREMIO SALVA LA TUA LINGUA LOCALE – Via Ancona, 40 – 00055 LADISPOLI (RM)”.

SEZIONE SCUOLA

L’UNPLI, in collaborazione con l’ONG Ecole Instrument de Paix Italia promuove la Sezione per le scuole del Concorso “Salva la tua lingua locale”.
Il concorso si propone di stimolare la creatività espressiva dei giovani nell’ età della formazione a tutti i livelli scolastici; possono infatti partecipare gli studenti della scuola primaria e secondaria di I° e II° grado, ed esprimere sentimenti, esperienze, vicende nel loro dialetto e lingua locale, in prosa o in poesia.
I primi tre classificati nelle Sezioni C e D (Poesia e prosa inedita) saranno premiati con una targa e la pubblicazione sul volume finale.
L’ E.I.P Italia, Ente riconosciuto dal MIUR per la formazione, rilascerà agli studenti delle ultime due classi della Scuola Secondaria Superiore un attestato di credito formativo ai sensi del D.M n.49del 24/2/2000 MIUR (valevole per l’esame di maturità) e ai docenti coordinatori un attestato di credito professionale ai sensi del D.M 90/2003.
Regolamento
Ogni autore può inviare fino a tre poesie di massimo 90 versi (con traduzione italiana) o lavoro in prosa (racconto, storia, favola, con relativa traduzione in italiano) di non più di due cartelle. I lavori dovranno essere inviati entro il 31 ottobre 2015 su supporto CD/DVD, con annessa scheda di adesione, una copia cartacea dei testi (con facoltativa registrazione dei file audio) all’indirizzo Segreteria del Premio “Salva la tua lingua locale” Via Edoardo Maragliano, 26 – 00151 ROMA, compilando la scheda di partecipazione allegata al Bando, con lettera di trasmissione del Dirigente scolastico della scuola firmata e timbrata (Scheda Sezione SCUOLA). Una Giuria di specialisti, coordinata dall’EIP Italia, valuterà gli elaborati e formulerà i giudizi finali.
GIURIA SEZIONE SCUOLA: Elio Pecora (Presidente), Anna Paola Tantucci coordinatore, Catia Fierli, Teresa Lombardo, Loredana Mainiero, Luigi Matteo, Antonio Mongillo, Adele Terzano.
Per ulteriori informazioni: E.I.P Italia – sirena_eip@fastwebnet.it
Tel 06/58332203- Fax 06/5800561

ORGANIZZAZIONE:

Coordinamento Premio: Gabriele Desiderio – giornatadeldialetto@unpli.info

Segreteria: Anna Corsi; Valentina Cardinale; Claudio Porena; Luigi Poeta.

 

 

Fonte: UNPLI Pro Loco

XXIII Concorso “Presepe in Famiglia” – Premiazione

In data 05 Gennaio  2015 alle ore 17.00 si è riunita nella sede dell’Associazione Pro Loco la Commissione per esaminare i presepi iscritti al XXIII Concorso “Presepe in Famiglia”.

La Commissione è composta da:PRESEPE IN FAMIGLIA 2014 co

  • Presidente Luca NOLASCO
  • Vice Presidente Tiziano IACONISI
  • Consigliere Responsabile Antonio DELLA PACE
  • Consigliera Daniela TRINCHERA
  • Segretario Mario NESTOLA

I presepi realizzati dai concorrenti e visionati sono tutti meritevoli di elogio per l’impegno profuso nella realizzazione dei particolari, degli aspetti tematici e delle proporzioni prospettiche per l’allestimento di ognuno di essi.
Dall’esame dei presepi effettuato sul posto, fotografati e filmati dal Socio Riccardo D’OSTUNI, è stata stilata la seguente graduatoria:

 1° CLASSIFICATO

MARROCCO  Piero: Presepe posizionato ad angolo in uno spazio di notevoli dimensioni.

IMG_2950

La struttura è tradizionale con alture, colline e vallate, arricchita da elementi artigianali e strutture in legno, sughero e pietra locale, con lo sfondo paesaggistico dipinto manualmente.

I personaggi del presepe sono realizzati tutti in terracotta e le varie capanne, costruite magistralmente dall’autore, sono tutte illuminate, all’interno delle quali sono posizionati dei pastori rappresentanti i vari mestieri tipici.

Inoltre sono presenti ampi spazi verdi con arbusti e coltivazioni varie ai bordi dei quali sono visibili attrezzi per la coltivazione del terreno.

 

2° CLASSIFICATI  EX-ÆQUO

F.lli TRONO Giulio e Alessandro: Presepe tradizionale, tipicamente salentino, pianeggiante, con costruzioni realizzate con materiale naturale (tufo, cartone, legno, ecc).IMG_2900

L’interno degli ambienti rispecchia esattamente gli arredi e gli addobbi delle nostre case tradizionali. In un ampio spazio antistante le costruzioni è situato un artistico pozzo realizzato in maniera raffinata in pietra leccese.

Inoltre si notano: una masseria,  alcuni costruzioni rurali tipiche, con cortili recintati e nel loro interno greggi circondati da campi coltivati e con  arbusti, cespugli, fichidindia ed  altre piante.

Risalta la caratteristica costruzione di un trullo salentino ‘lu furnieddru’ realizzato con pietre a secco.

Freschezza ed eleganza colpiscono emotivamente il visitatore.

 

MAIORANO Fiorenzo: Tipico presepe tradizionale con colline verdeggianti, abbastanza grande, arricchito ai lati da rami di ulivo, mirto e cespugli mediterranei.

IMG_2911Le costruzioni sono state realizzate artigianalmente con conci di tufo, con coperture in legno e tegole ottenute da canne sezionate.

In alcuni ambienti sono raffigurati tipici mestieri salentini. Si notano due pozzi con antistante un gregge sorvegliato dal pastore e nelle vicinanze della stalla un carretto trainato dall’asino.

L’elemento più caratteristico ed importante del presepe che colpisce l’attenzione del visitatore è la capanna della Natività, sia per la sua grandezze che per la cura dei dettagli interni ed esterni.

 

 

MANCA Sergio: Presepe molto gradevole realizzato su un piano pianeggiante e arricchito da moltissime costruzioni raffiguranti case mediterranee, illuminate internamente, con porte tipiche e vetrate trasparenti, con IMG_2982comignoli, terrazze, scalette, fontane, un trullo tipicamente salentino e componenti d’arredo realistici.

In fondo al piazzale, sulla torre campanaria della Chiesa, è situato un tipico orologio solare e l’immagine della Madonna della Grottella  che campeggia sul portale della stessa. Una cuccagna tradizionale si erge al centro della piazza con i caratteristici doni appesi in cima.

Primeggia la Natività posta in primo piano sotto un antico porticato.

La composizione è limpida, lineare e gradevole all’osservatore.

 

3° CLASSIFICATI  EX-ÆQUO

PARROCCHIA SAN GERARDO: Presepe mediterraneo con case costruite completamente con conci di tufo in proporzione alla struttura e montati nello stile tradizionale. A sinistra prevale una costruzione collinare con vari IMG_2958piani adibiti a grotte e stanze, all’interno delle quali sono situati personaggi  raffiguranti la vita quotidiana e mestieri vari.

Si evidenzia un mulino a vento con pozzo, una cascata con laghetto e poco distante un gregge sorvegliato da un pastore in un recinto ben costruito.

Al centro del presepe primeggia una lucerna costruita artigianalmente.

A destra vi è la rappresentazione della Natività in una grotta costruita  in conci di tufo e in alto sullo sfondo del cielo azzurro spicca luminosa la stella cometa.

 

PINTO Dario: Presepe tradizionale e collinare, con elementi in movimento tra cui un mulino ad acqua, un falegname con attrezzi e una cascata.IMG_2880

Le capanne e le grotte sono state in parte realizzate con sughero e corteccia d’albero. L’opera è caratterizzata da un pozzo e da diverse abitazioni tra cui una Chiesa. Le colline sono tutte realizzate in carta roccia.

L’interno del presepe è ben illuminato con varie fonti di luci e una bellissima costellazione di stelle sovrasta la grotta della natività con la stella cometa.

Molto originale è la rappresentazione del pastore con il piffero a cavallo che guida i Re Magi verso la grotta.

 

CASTRIGNANÓ Gianluca: Presepe incastonato in un’alcova, di un mobile bianco, impostato su due piani ben IMG_2862divisi ma uniformi nella composizione con uno sfondo azzurro su cui spiccano nella parte superiore schiere di angeli osannanti in festosa elevazione; case bianche e colorate con lo sfondo alberato e con statuine varie tra cui si nota la figura di San Francesco, poi un bel gregge in movimento con pastore alle cui spalle spicca la costruzione della Porta di San Giuseppe Nostro con sopra la relativa statua. Nella parte inferiore una costruzione con archi, in uno dei quali è situata la Natività, presso cui si nota la figura bianca del Santo Padre Paolo Giovanni Secondo, benedicente, con alcuni agnellini vicino.

In alto due bellissimi angeli che sembrano sospesi nel vuoto, accanto alla grotta la figura della Beata Madre Teresa di Calcutta con in braccio un bambino e rami verdi su cui svolazzano bianche colombe in segno di profonda pace.

 

 

RAHO Vito: Presepe elaborato e curato in ogni particolare. Molto ricco di mestieri tutti con movimento meccanicoIMG_2934 tra cui: fabbro, falegname, calzolaio, fornaio, pizzaiolo, panettiere, tessitrice, lavandaie, tutti completi di attrezzature e oggetti vari, costruiti con cura dall’autore. Ogni singola grotta è ben illuminata ed evidenziata.

Il presepe si sviluppa su tre piani ricchi di strutture sapientemente realizzate ed illuminate con varie fantasie di luci.

Il presepe per la sua vastità ha comportato notevole lavoro certamente eseguito con passione e tanta volontà da parte dell’autore.

 

4° CLASSIFICATI  EX-ÆQUO

NESTOLA Giuseppe:  Presepe tradizionale di grandi dimensioni, ricco fino all’eccesso di vari elementi tipici della IMG_2849struttura presepiale e non, facendo assumere quasi l’aspetto di un bazar. Campeggiano oggetti di terracotta, in plastica, piantine verdi e fiorite come le stelle di natale rosse, frutta varia (mele, pere, melagrane, pigne, fichidindia, meloni ecc.) ed ancora una forma di formaggio fresco, caramelle e dolci.

Alcune statuine piccole e grandi si portano verso la grotta della Natività, altre sono situate all’interno di case rappresentanti mestieri vari; poi greggi e pastori, un grande gallo che canta, due babbi natale che suonano e si muovono.

Sono sparsi fuocherelli accesi e ruscelli di acqua che scorre, ecc.

Certamente l’autore ha profuso impegno e tanta volontà per la realizzazione dell’opera.

 

IMG_2885

MARTINA Antonella: Presepe caratterizzato da tre sfere di tralci d’uva su una base circolare, completamente innevata da cotone idrofilo, sostenuta da un cilindro bianco.

L’opera è elegante, fine, degna di un’esposizione in vetrina e quindi armoniosamente inserita nella sala della parrucchiera, autrice dell’opera.

 

 

 

–  MUCI Andrea:Tipico presepe tradizionale di dimensioni medie la cui struttura è situata tra colline e promontori. IMG_2972

Arricchita da casette, pozzi e da alcune  scalinate; tutto adornato con piantine grasse.

Alcuni pastori sparsi nel presepe raffigurano vari mestieri.

Ben illuminato con luci bianche e colorate.

 

 

 

 

PREMIO SPECIALE

CICCARESE Bruna: Presepe di media dimensione situato sul piano di un mobile ad un unico livello e sullo sfondo una raffigurazione di montagne colorate.

L’opera è caratterizzata per la sua unicità in quanto è stata realizzata completamente con la tecnica dell’uncinetto, a partire dai trenta personaggi, dalle grotte, fino alla capanna della Natività con in alto una grande stella gialla eseguita con la stessa tecnica.

La struttura del presepe è semplice e lineare ma a renderla eccezionale, unica  e originale sono gli elementi che la compongono, realizzati tutti all’uncinetto.

Si distingue fra tutti i presepi per la fattura precisa e per la raffigurazione di un ambiente storico a dir poco reale.

IMG_2925

 

Grazie a tutti i partecipanti!!!

Concorso “Presepe in famiglia” – XXIII edizione

Torna anche quest’anno l’appuntamento il Concorso “Presepi in Famiglia”, giunto alla sua XXIII edizione.

Per partecipare si devono fare solo pochi passi:

– venire a trovarci in Pro Loco;

– aderire al concorso entro il 15 dicembre 2014;

– tornare a casa e creare il proprio Presepe.

Quota di partecipazione: € 10,00.

Nel periodo natalizio una commissione visiterà i presepi realizzati nelle case dei copertinesi e, in data 11 gennaio 2015, premierà il vincitore presso la Chiesa delle Clarisse alla presenza del Sindaco, Prof.ssa Sandrina Schito.

PRESEPE IN FAMIGLIA 2014 co

Concorso Fotografico Salento in 4 Scatti – IX edizione

L’unione Nazionale delle Pro Loco d’Italia della provincia di Lecce, nella convinzione di poter contribuire alla promozione e alla crescita del territorio di riferimento, ha organizzato il 9° Concorso Fotografico Provinciale “Salento in 4 scatti” che prevede, oltre alla raccolta del materiale fotografico, l’allestimento di una mostra all’interno della quale verranno esposte tutte le opere selezionate per la finale.
Si tratta, in sostanza, di una mostra itinerante che avrà avvio con la serata di premiazione a Patù (Le) presso il Palazzo Liborio Romano, e che, in seguito, sarà ospitata in tutti i paesi delle Pro Loco che aderiscono a tale progetto.
Tutto ciò, con lo scopo di favorire la valorizzazione di luoghi, siti e poli archeologici presenti e per molti sconosciuti, auspicando di poter contare sul sostegno di Enti pubblici e privati e su tutti coloro che con il loro impegno contribuiranno al successo dell’iniziativa.

Bando di partecipazione –> Bando-9-edizione salento in 4 scatti

Scheda autore –> scheda autore

manifesto concorso mail (2)

XXII Concorso “Presepe in Famiglia” – Premiazione

In data martedì 07 Gennaio  2014 alle ore 17.00 nella sede dell’Associazione Pro Loco si è riunita la Commissione per la scelta dei migliori presepi iscritti al XXII Concorso “Presepe in Famiglia”.

PRESEPE IN FAMIGLIA 2013

La Commissione è composta da:

  • Presidente Luca NOLASCO
  • Consigliere Responsabile Antonio DELLA PACE
  • Segretario Mario NESTOLA
  • Consigliera Daniela TRINCHERA

I presepi realizzati dai concorrenti e visionati dalla Giuria sono tutti meritevoli di elogio per l’impegno profuso nella realizzazione dei particolari, degli aspetti tematici e delle proporzioni prospettiche per l’allestimento di ognuno di essi.
In data 12 gennaio 2014, presso la Sala Civica di Copertino, in via Verdi, la Commissione ha annunciato e premiato in base alla seguente graduatoria:

1° Classificato – Ilario CHIRIATTI    

Il presepe si sviluppa su tre piani ricchi di strutture che riprendono le varie attività lavorative di un tempo. Queste strutture sono realizzate con materiale tufaceo ed altri elementi propri del nostro Salento eseguite con un’ottima tecnica.

P1170295Ben incastonata e molto curata la stalletta della Natività.

L’opera tutta armoniosa e in simmetria è molto curata soprattutto negli elementi della cascata con laghetto, del forno a legna realizzato in maniera artigianale, di varie scalinate eseguite magistralmente, di scalette a pioli appoggiate agli alberi di ulivo in miniatura e di altri arbusti riproducenti paesaggi tipici della zona dell’epoca.

La rappresentazione della vita quotidiana dei territori sabbiosi della Palestina sono stati rappresentati con della sabbia e delle spine selvatiche per poi fermare l’attenzione sull’architettura della casa palestinese.

Si distingue fra tutti i presepi per la fattura precisa e per la raffigurazione di un ambiente storico contadino, a dir poco reale.

2° Classificato – Sergio MANCA                 

Presepe molto significativo per la realizzazione dei particolari che lo compongono, perfettamente eseguiti nella cura dei dettagli tanto da dare l’idea di una rappresentazione molto gradevole. Si sviluppa su una superficie di circa 5 mq e riproduce il tipico paesaggio palestinese e romano dell’epoca in cui nacque Gesù.

Vari elementi della struttura sono realizzati con polistirolo ricoperto da colle speciali rendendoli visibilmente realistici.P1170275

Suggestiva la grotta della Natività con l’Angelo che annuncia ad alcuni pastori  la nascita di Cristo. La grotta è sormontata dalla stella cometa, anch’essa realizzata in polistirolo a 8 punte decorata con polvere dorata.

Ben evidenziato il Palazzo Reale di Erode con lo stesso re protetto da guardie con corazza e lance.

Caratteristica la cascata che prosegue con un ruscello i cui argini sono protetti da muretti a secco.

Per la redazione artistica e ben impostata prospetticamente, per i contenuti evidenziati e per l’impegno profuso dall’autore, l’opera merita un elogio particolare.

3° Classificato – Vito RAHO    

Presepe ben elaborato e curato in ogni particolare. Molto ricco di mestieri tutti con movimento meccanico tra cui: P1170412fabbro, falegname, calzolaio, fornaio, pizzaiolo, panettiere, tessitrice, lavandaie, et similia, tutti completi di attrezzature e oggetti vari, costruiti con cura dall’autore. Ogni singola grotta è ben illuminata ed evidenziata.

Il presepe si sviluppa su quattro piani ricchi di strutture sapientemente realizzate ed illuminate con varie fantasie di luci.

Tutto l’insieme è suggestivo e tradizionale e dona a chi lo vede gioia e gusto.

4° Classificato ex aequo

Angelo COFANO

Angelo COFANO

 

Emanuele LEO

Emanuele LEO

 

Emanuele MARIANO

Emanuele MARIANO

 

Franca MARIANO

Franca MARIANO

 

Annunziata NESTOLA

Annunziata NESTOLA

 

Cosimo G. NESTOLA

Cosimo G. NESTOLA

 

Giuseppe NESTOLA

Giuseppe NESTOLA

 

Luca NESTOLA

Luca NESTOLA

Parrocchia "S. Gerardo Maiella"

Parrocchia “S. Gerardo Maiella”

 

Giuseppe PICCIOTTI

Giuseppe PICCIOTTI

 

Anita TARANTINO

Anita TARANTINO

Lucia VALENTINO

Lucia VALENTINO

 

Valentina VETRUGNO

Valentina VETRUGNO

 

I presepi allestiti dai suddetti partecipanti vengono premiati dalla Giuria per la cura espressa  dal punto di vista scenografico, per il corretto sviluppo su vari livelli della struttura del Presepe e per l’adeguato uso delle figure in rapporto agli ambienti raffigurati. Gli autori, infatti, hanno saputo magistralmente creare un’armoniosa composizione con competenza, capacità ed amore per l’opera.

Grazie a tutti i partecipanti!!!

Concorso “Presepe in Famiglia”…2013

Torna anche quest’anno l’appuntamento con il Natale, con la XXII  edizione del Concorso “Presepi in Famiglia”.

Per partecipare si devono fare solo pochi passi:

– venire a trovarci in Pro Loco;

– aderire al concorso entro il 14 dicembre 2013;

– tornare a casa e creare il proprio Presepe.

Quota di partecipazione: € 10,00.

Nel periodo natalizio una commissione visiterà i presepi realizzati nelle case dei copertinesi e, in data 12 gennaio 2014, premierà il vincitore presso la sede della Pro Loco alla presenza del Sindaco, Avv. Giuseppe Rosafio.

 

PRESEPE IN FAMIGLIA 2013

8° Concorso Fotografico Provinciale “Salento in 4 scatti”

L’unione Nazionale delle Pro Loco d’Italia della provincia di Lecce, nella convinzione di poter contribuire alla promozione e alla crescita del territorio di riferimento, ha organizzato l’ 8° Concorso Fotografico Provinciale “Salento in 4 scatti” che prevede, oltre alla raccolta del materiale fotografico, l’allestimento di una mostra all’interno della quale verranno esposte tutte le opere selezionate per la finale.
Si tratta, in sostanza, di una mostra itinerante che avrà avvio con la serata di premiazione a Calimera (Le) presso il Nuovo Museo di Storia Naturale, e che, in seguito, sarà ospitata in tutti i paesi delle Pro Loco che aderiscono a tale progetto.
Tutto ciò, con lo scopo di favorire la valorizzazione di luoghi, siti e poli archeologici presenti e per molti sconosciuti, auspicando di poter contare sul sostegno di Enti pubblici e privati e su tutti coloro che con il loro impegno contribuiranno al successo dell’iniziativa.

Locandina Salento in 4 scatti-2013

 

Bando di partecipazione –> Bando Salento in 4 scatti-2013

Scatta Moi!!! – Esposizione Foto!!!

Cari amici,

volge al termine la raccolta di adesioni per il Concorso Fotografico “Scatta Moi!” (data ultima il 30 marzo p.v.).  Come da bando, nel mese di aprile ci sarà l’esposizione delle foto partecipanti presso la Sala Civica – via Verdi, Copertino – che seguirà il seguente orario:

Orari apertura Mostra Fotografica - Scatta Moi!!!

Orari apertura Mostra Fotografica – Scatta Moi!!!

Serata inaugurale: sabato 13 aprile 2013 alle ore 18.30.

Premiazione: domenica 21 aprile 2013 ore 18.30.

Per info rivolgersi ad Associazione Pro Loco.

Locandina Esposizione Foto - Scatta Moi!!!

Locandina Esposizione Foto – Scatta Moi!!!

“Scatta moi!!!”

SCATTAMOI_LOCANDINA_web

Ultime notizie: RINVIO data scadenza adesioni al 30 Marzo…veloci mancano pochi giorni!!! 🙂

Concorso Fotografico sul Centro Storico

«Obiettivo del concorso»

…Copertino è piena di segni, di simboli, di ferite, di bellezze nascoste. E’ un pezzo della nostra storia che molto spesso passa nell’indifferenza del tempo. Vorremmo cominciare a conoscere i nostri tesori attraverso la fotografia, nel momento in cui si comincia ad amarli, a fotografarli.

Questo modo di comunicare diventa reale, tangibile, una traccia indelebile che fa parte della nostra cultura e del nostro tempo.  

Oggetto del Concorso sono il Centro Storico e il Convento di S. Maria di Casole(*), come nucleo originario della città di Copertino.

 Chi siamo

Le associazioni di Copertino (Associazione “Vico Serpe” Laboratorio di Idee, Associazione Pro Loco “F. Verdesca”, Casello 13, Compagnia DOS, Associazione Fra’ Silvestro  e  AGESCI COPERTINO 1) si impegnano nella promozione e nella diffusione della cultura, ora anche attraverso la fotografia. Questo concorso fotografico ha il merito di essere accessibile a tutti, non richiedendo necessariamente la disponibilità di strumentazioni particolarmente onerose. Più precisamente, il concorso, aperto alla partecipazione di professionisti e non, provvederà all’assegnazione di 3 premi alle fotografie che le giurie riterranno maggiormente meritevoli.  Le migliori  fotografie  partecipanti  saranno  oggetto  di  una  mostra,  della durata di una settimana.

REGOLAMENTO

1) La partecipazione è aperta a tutte le varietà di fotografia (analogica/digitale) e a concorrenti di tutte le età.

2) I concorrenti garantiscono alle associazioni di essere interamente titolari dei copyright (diritti d’autore) delle opere presentate. Inoltre, i concorrenti, devono garantire (e si impegnano a tenere indenne l’organizzazione contro eventuali pretese di terzi al riguardo) che le immagini e i relativi diritti che l’autore conferisce all’organizzazione non ledano alcun diritto di terzi e che, pertanto, per le immagini  che  ritraggono  persone  per  le  quali  è  necessario  ottenere  uno  specifico assenso, l’autore abbia ottenuto l’adeguata liberatoria.

3) La decisione dei giudici è inappellabile e non potrà essere oggetto di discussioni né di corrispondenza. Le giurie giudicatrici saranno: tecnica, popolare e delle associazioni.

4) Le sezioni per cui partecipare sono:

Macchina fotografica a soffietto (anni '50)

Macchina fotografica a soffietto (anni ’50)

 

  • VINTAGE: fotografie analogiche, per chi ama le fotografie nel “vecchio” stile con rullino e macchina fotografica;

 

  • Macchina digitale

    Macchina digitale

    HI-TECH: fotografie digitali, fatte con tablet, telefonini e smartphone, fotocamere digitali, per chi ama l’innovazione. Non sono ammesse elaborazioni digitali, cioè fotografie post-elaborate o manomesse (tolti artificialmente elementi di disturbo come cassonetti, cavi elettrici, persone, auto e correzioni prospettiche).

5) Si possono presentare fotografie in B/N e/o COLORE, per entrambe le sezioni, VINTAGE (Fotografie Analogica) e HI-TECH (Fotografie Digitali), NON sono ammesse diapositive.

Le fotografie possono essere state fatte anche in anni passati, purché l’autore della fotografie sia il partecipante al concorso e possa garantire quanto concerne il punto 2 di questo regolamento.

Copertino: “Tavolate di San Giuseppe” degli anni ’50 del XIX sec.

Copertino: “Tavolate di San Giuseppe” degli anni ’50 del XIX sec.

6) Ogni concorrente può presentare da 1 a 3 fotografie. Verrà premiata una singola fotografia, ed ogni autore potrà ricevere un solo premio dei tre stabiliti. Le stampe dovranno avere dimensioni tali da rientrare nel supporto su cui dovranno essere montate (cartoncino rigido nero di 35x40cm) che recherà sul retro il nome dell’autore e il titolo dell’opera in concorso. Le fotografie consegnate non verranno restituite e resteranno negli archivi del concorso.

7) La partecipazione al concorso prevede il versamento di una quota di partecipazione di € 5,00 per fotografia con rilascio di ricevuta.

8) La/Le fotografie, insieme alla scheda di partecipazione, dovranno essere consegnate in busta chiusa presso la sede dell’Associazione Pro Loco di Copertino – via Margherita di Savoia, 71 – 73043 Copertino.

Al momento della consegna, sulla busta verrà apposto un numero di riferimento in ordine progressivo in base all’arrivo in sede, che verrà utilizzato per l’esposizione durante la mostra.

9) La busta, contenente la scheda di partecipazione e la/le fotografie su supporto, dovrà pervenire entro e non oltre il 23 marzo 2013, termine oltre il quale non sarà più accolta alcuna adesione.

10) Le opere di tutti i partecipanti saranno pubblicate sul sito delle associazioni promotrici.

11) Con la compilazione della scheda si autorizzano le associazioni al trattamento dei dati personali (legge 675/96 tutela della Privacy).

12) Ogni fotografo, con la firma che appone sulla scheda di iscrizione, accetta tutte le condizioni presenti sul regolamento.

 

PREMI

 13) Saranno assegnati 3 premi in buoni d’acquisto dal valore di € 100,00/cad:

  • Premio VINTAGE: le fotografie saranno valutate al 50% dalla giuria tecnica e al 50% dalla giuria popolare
  • Premio HI-TECH: le fotografie saranno valutate al 50% dalla giuria tecnica e al 50% dalla giuria popolare
  •  Premio Associazioni: le fotografie di entrambe le categorie saranno valutate dalle associazioni promotrici

14) Le giurie valutatrici saranno 3:

  • GIURIA TECNICA – Una giuria di esperti in campo artistico – culturale, giornalistico, editoriale e fotografico, selezionerà le opere premiate dal concorso.
  • GIURIA POPOLARE – Durante l’esposizione delle fotografie in concorso, i visitatori potranno esprimere una preferenza.
  • GIURIA ASSOCIAZIONI – Le Associazioni promotrici premieranno la fotografia più significativa.

15) ESPOSIZIONE E PREMIAZIONE – Le fotografie saranno esposte presso la Sala Civica del Comune di Copertino sita in via Verdi, nel mese di Aprile 2013, con premiazione dei vincitori nell’ultima giornata..

16) Ad ogni partecipante verrà rilasciato un attestato di partecipazione.

La scheda di partecipazione è scaricabile dal sito www.prolococopertino.it e dal sito del Comune di Copertino, ma potrà anche essere ritirata presso la sede della Pro Loco di Copertino, presso il “Bar ‘900”  e la “Farmacia Portaluri”siti in via Re Galantuomo, l’ “Ottica De Paolis” in via C. Mariano e “Le Vetrine” in via A. Diaz.

(*)NOTA BENE: Per poter fare le foto al Convento di Santa Maria di Casole, consigliamo di telefonare a Don Francesco Rizzo (333.98.22.705), al fine di non trovare chiuso.

ALLEGATI

Bando_ScattaMoi

SchedaAdesioneScattaMoi

A Natale puoi…passare le feste insieme a noi!!!

Anche quest’anno la Pro Loco di Copertino rinnova gli appuntamenti natalizi con la cittadinanza e con le famiglie:

1. PRESEPI FRANCESCANI

 

Il 13 Dicembre 2012 è prevista l’inaugurazione dei Presepi Francescani, manifestazione giunta alla sua X edizione, alle ore 19 presso la sede della Pro Loco.

 

L’evento prevede la collaborazione della Pro Loco con Associazioni, Istituti scolastici e Privati che con la loro creatività e la loro ingegnosità abbelliranno il Centro Storico di Copertino con i loro presepi.

 

Gli orari di visita dei presepi sono:

 

2. PRESEPI IN FAMIGLIA

 

Il Concorso dei Presepi in Famiglia, giunto alla XXI edizione, apre i battenti ed accoglie le adesione dei partecipanti entro il 15 Dicembre 2012.

Quota di partecipazione: € 10,00.

Nel periodo natalizio una commissione visiterà i presepi realizzati nelle case dei copertinesi e, in data 13 gennaio 2013, premierà il vincitore presso la sede della Pro Loco alla presenza del Sindaco, Avv. Giuseppe Rosafio.

 

Per info e adesioni, rivolgersi a:

Associazione Pro Loco “F. Verdesca”

via Margherita di Savoia, 71 – Copertino

Tel/Fax: 0832.949010

e-mail: info@prolococopertino.it