Eu Daimon – Festival della Filosofia in Magna Grecia

L’edizione salentina del Festival della Filosofia “Eu-Daimon”

Gallipoli-Copertino 05-08 marzo 2018, vedrà la partecipazione di circa 600 studenti liceali provenienti da tutta l’Italia – che insieme vivranno l’antico percorso della cultura magno greca, i giovani partecipanti sentiranno l’orgoglio di appartenenza ad un territorio che ha generato il pensiero occidentale a fondamento dell’identità europea.

Il Festival torna  in Salento grazie alla collaborazione con ‘Caroli Hotels Srl’, all’Associazione Pro Loco “F. Verdesca” di Copertino, la Città di Copertino, il Comune di Gallipoli, Polo Museale della Puglia – Castello di Copertino, la Facoltà di Lettere e Filosofia, Lingue e Beni Culturali dell’Università del Salento, la Provincia di Lecce.

Ripercorreremo insieme quel viaggio verso quel logos comune a tutti noi, per assaporare l’intima koinè mediterranea. Eu-daimon, la Felicità, osserva Aristotele, è il fine al quale ogni uomo tende. Colui che la realizza necessariamente la condivide con gli altri e li spinge a promuovere il proprio ben-essere. Solo se ciascuno esercita il filosofare per sé insieme all’altro, comprendendo l’altro, può essere pienamente se stesso. Se questo è vero per le più profonde ed autentiche ragioni della riflessione umana che l’Ellade realizza in Magna Grecia, lo è soprattutto in quel territorio estremo delle penisola italica, strenuamente proteso tra oriente ed occidente, baciato e corroso dal vento e dal sole, che è il Salento. Gallipoli ne è una delle realtà più significative.

Solo a voler partire dal nome che, ci piace credere, sia quello della kallipolis “la città bella”. Saremo anche a Copertino, splendida Città dal magnifico centro storico impreziosito dallo straordinario castello angioino. Giuseppe Desa, Santo di Copertino molto ‘amato’ da Carmelo Bene e protettore degli studenti, guarderà – dall’alto delle sue levitazioni e con curiositas – le attività del Festival.

Il Festival della Filosofia in Magna Grecia, è un’esperienza didattica formativa che invita i partecipanti a realizzare un percorso filosofico fuori e dentro sé, nasce in un luogo simbolo della filosofia occidentale, l’antica Elea, e dal 2012 diventa itinerante proponendo e promuovendo le attività in alcuni dei più suggestivi luoghi simbolo della cultura mediterranea (Cilento, Velia, Metaponto, Matera, Otranto, Lecce, Siracusa, Noto, Bronte-Etna). Dal 2015 si tiene nella madrepatria in Grecia ad Atene, Corinto e Delfi.

Giunto alla ventitreesima, per il valore culturale è stato premiato nel 2011 dalla medaglia del Presidente della Repubblica Italiana, nel corso degli anni ha accompagnato migliaia di studenti, provenienti da tutta Italia, nella speculazione e nella pratica filosofica.
L’aspetto fortemente innovativo che caratterizza il percorso è la metodologia della ricerca- azione che si esplicita nella passeggiata filosofico teatrale, nei dialoghi filosofici, nei concorsi e nei laboratori di filosofia pratica.

Il Festival è una magica agorà dove gli adolescenti si confrontano, praticano l’ascolto e rinnovano se stessi. L’iniziativa ha stimolato, in questi anni, l’avvio di una importante relazione tra docenti e allievi, che insieme creano spazi di fiducia, di riflessione, per incrementare lo sviluppo del pensiero critico. I liceali sperimentano un percorso di conoscenza esperienziale capace di contribuire alla crescita personale, attraverso una metodologia attiva che mette al centro la persona e il suo sentire.

Il Festival è ideato, progettato ed organizzato da Giuseppina Russo e da Iriana Marini rispettivamente presidente e vicepresidente dell’Associazione Festival della Filosofia in Magna Grecia, in uno con il comitato organizzativo composto dal prof. Salvatore Ferrara direttore scientifico, dalla professoressa Annalisa Di Nuzzo responsabile della metodologia e Vincenzo Maria Saggese responsabile dell’area artistico-creativa.

L’iniziativa si colloca tra gli eventi nazionali di approfondimento culturale ed è, dunque, uno strumento di valorizzazione del territorio che innesta in una più ampia strategia di riqualificazione l’offerta culturale.

L’evoluzione dell’iniziativa passa naturalmente anche attraverso intese con le istituzioni territoriali e culturali e con quanti tra gli organismi impegnati nello sviluppo delle economie locali, vorranno partecipare, per avviare una rete di relazioni internazionali e scambi socio-culturali, nell’intento di favorire, promuovere e sviluppare la cultura dei territori della Magna Grecia.

Taxi a 2 piazze

Oggi 21 luglio 2016 in Piazza del Popolo alle ore 21,00, La Compagnia la Busacca, presenta

TAXI A DUE PIAZZE – farsa di Ray Cooney

Personaggi e interpreti

  • Mario Rossi – Salvo Cezza
  • Walter Fattore – Sasy Piccolo
  • Carla Rossi – Stefania Bocco
  • Barbara Rossi – Chiara Brunetta
  • Brig.Gianna Percoco – Antonella Rizzo
  • Brig. Paola Ferroni – Claudia Mancino
  • Bobby Franchetti – Antonio Sparascio
  • Fotografa – Noemi Centonze

regia di: Francesco Piccolo

Mario Rossi è un tassista sposato con Carla Rossi e residente in Piazza Risorgimento 25. Ma Mario Rossi è anche un tassista sposato con Barbara Rossi e residente in piazza Irnerio 100.Un curioso caso di omonimia con tanto di identica professione? No: i due Rossi sono la stessa persona. Il tassista è bigamo e ha sposato Carla in chiesa e Barbara in comune 4 mesi dopo. Seguendo una precisa pianificazione di orari e turni di lavoro, e grazie al lavoro di entrambe le mogli, Mario riesce per 2 anni a vivere nascondendo la verità a Barbara e Carla. Tutto si complica quando, per salvare un’anziana signora da uno scippo, Mario riceve una brutta botta in testa che lo costringe, privo di sensi, al ricovero in ospedale. Al risveglio il tassista, ancora confuso, darà a un infermiere l’indirizzo della prima moglie, e, a un altro impiegato dell’ospedale quello della seconda.La denuncia arriverà quindi a due diversi commissariati di due diverse zone, che a loro volta si attiveranno mandando a indagare due diversi ispettori.Anche la stampa farà la sua parte inviando a casa di Mario una fotografa che scatterà la foto che verrà pubblicata sulla copertina del “Messaggero”.Ciò che seguirà sarà una serie di equivoci, coincidenze e bugie che, con l’aiuto disperato di Walter Fattore, amico di Mario Rossi, intricheranno a tal punto la trama da condurre a un finale inaspettato e sorprendente. Intreccio parossistico, recitazione funambolica, risate a non finire.

07 IO CHE AMO SOLO TE 70x100 TAXI A DUE PIAZZE-02

Papà, Mamma e Gender … con Michela Marzano

L’Associazione Pro Loco ‘F. Verdesca’ di Copertino (LE) è lieta di invitarvi all’incontro pubblico con la scrittrice e filosofa – nonché parlamentare – Michela Marzano,per la presentazione del suo ultimo libro

“Papà, mamma e gender”, Utet 2015

Al fianco di Michela Marzano ci saranno a dialogare Samuele Greco e Maria Luisa Rolli, due giovani del gruppo Stardust – ProLoco Copertino, ed il tutto all’interno della cornice teatrale del Teatro Apolide, con una lectura ad opera di Alessandra Cocciolo Minuz.

Per Info: 349.1246462

10426651_1164015416942508_6703138620349298523_n

La tua banca vende armi?

Giovedì 14 maggio 2015 alle ore 19.30 presso la Sala Teatro della Parrocchia B. V. Maria Addolorata si terrà l’incontro di informazione

“LA TUA BANCA VENDE ARMI?”

All’incontro, organizzato dal Gruppo Giovani Missionari, interverrà il Prof. Renato Piccinno, Missionario Laico Comboniano.

banche